INNOVATIONS LAB srl Via C.Lombroso 42, 25128 Brescia
Soluzioni per l'impresa

Il ruolo della pianificazione e della programmazione nella gestione aziendale

Pianificazione e programmazione di ogni attività rappresentano il metodo migliore per assicurare una crescita costante all’azienda. La continua evoluzione del mercato obbliga le imprese ad elaborare un piano strategico che punti a realizzare degli obiettivi a lungo termine attraverso però il raggiungimenti di traguardi intermedi a medio termine. Un piano aziendale a medio/lungo termine prevede una serie di step intermedi che servono a monitorare l’andamento delle varie strategie messe in atto.

Il significato e le varie fasi della pianificazione aziendale

Per pianificazione si intende un processo attraverso il quale l‘azienda stabilisce determinati obiettivi a medio lungo termine, fissa le azioni che devono essere messe in atto per conseguirli e predispone i mezzi e le vie per realizzarli. Le fasi del processo di pianificazione sono l’analisi della situazione di partenza e della sua possibile evoluzione, l’individuazione e l’analisi dei punti di forza e di debolezza dell’impresa, la definizione degli obiettivi, la formulazione delle strategie, la redazione, l’approvazione, l’esecuzione ed il controllo del piano. 

Il ruolo centrale della programmazione nel processo di direzione aziendale

Lo scopo della programmazione è infatti quello di regolare, sulla base dell’organizzazione creata, il corso futuro della gestione. Programmare significa predeterminare gli obiettivi, le politiche e le attività da compiere entro un determinato periodo di tempo. La programmazione, quindi, non è nient’altro che l’attuazione giornaliera di quanto stabilito durante la fase di pianificazione. Ogni attività programmata ha dei mini obiettivi. Ciascuno dei quali contribuisce alla costruzione del macro obiettivo a lungo termine.

L’intervento del consulente aziendale nei processi di pianificazione e programmazione

In queste fasi è quindi molto importante l’attività del consulente aziendale per dare un valore aggiunto all’azienda. Questa figura professionale si affianca all’azienda per svolgere delle analisi importanti e per stabilire i processi di pianificazione e programmazione che sono determinanti per il futuro dell’azienda. Il consulente aziendale, dopo accurate analisi, elabora dei progetti economici e finanziari. Queste ultime permettono all’azienda di attuare una strategia ben precisa che possa migliorare le sue prestazioni produttive.

Rispondi